In questo lavoro sono state prese in considerazione scorie di seconda fusione del piombo di recupero da batterie per autotrazione esauste. Il rifiuto è pericoloso (CER 10.04.01) e viene prodotto in Italia in quantità pari a 10000 ton/anno. La sperimentazione è stata orientata verso la stabilizzazione per mezzo di matrici cementizie con il duplice scopo di ottenere manufatti riutilizzabili nel settore dei materiali da costruzione con un contenuto massimo di scoria del 30% in peso, nonché prodotti adatti ad un più sicuro smaltimento in discarica con un contenuto di scoria nettamente superiore fino all’85%. I risultati hanno evidenziato che nel primo caso i prodotti hanno proprietà tecnologiche, comportamento al rilascio e caratteristiche di ecotossicità adeguate per il reimpiego previsto. Nel secondo caso è stato dimostrato che, l’incorporazione della scoria in misura pari all’85% nei prodotti stabilizzati, consente uno smaltimento in discarica in piena sicurezza a patto di ottimizzare opportunamente la composizione della matrice legante.

STABILIZZAZIONE DELLA SCORIA DI SECONDA FUSIONE DEL PIOMBO: RECUPERO ED INERTIZZAZIONE

MARROCCOLI, Milena;
2002

Abstract

In questo lavoro sono state prese in considerazione scorie di seconda fusione del piombo di recupero da batterie per autotrazione esauste. Il rifiuto è pericoloso (CER 10.04.01) e viene prodotto in Italia in quantità pari a 10000 ton/anno. La sperimentazione è stata orientata verso la stabilizzazione per mezzo di matrici cementizie con il duplice scopo di ottenere manufatti riutilizzabili nel settore dei materiali da costruzione con un contenuto massimo di scoria del 30% in peso, nonché prodotti adatti ad un più sicuro smaltimento in discarica con un contenuto di scoria nettamente superiore fino all’85%. I risultati hanno evidenziato che nel primo caso i prodotti hanno proprietà tecnologiche, comportamento al rilascio e caratteristiche di ecotossicità adeguate per il reimpiego previsto. Nel secondo caso è stato dimostrato che, l’incorporazione della scoria in misura pari all’85% nei prodotti stabilizzati, consente uno smaltimento in discarica in piena sicurezza a patto di ottimizzare opportunamente la composizione della matrice legante.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11563/3903
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact