Chi è nato ad Aliano spesso percorre ciecamente le sue strade, quei vicoli stretti e ricchi di silenzio del paese vecchio e spesso, altrettanto ciecamente, osserva i romantici scorci paesaggistici offerti dai calanchi. Di certo ciò accade non per mancanza di sensibilità o di capacità di osservazione, ma forse piuttosto per abitudine. Capita di non accorgersi della magia del posto in cui si vive, finché non ci si sofferma ad osservare intensamente la realtà che ci circonda. Ciò accade probabilmente perché, come ci insegnano gli studi antropologici, bisogna guardare le cose in cui si è immersi con uno “sguardo da lontano” per coglierne la vera essenza. I visitatori, infatti, vedendo Aliano restano affascinati e completamente rapiti dal paesaggio calanchivo, da quelle argille levigate dal vento per millenni e millenni che a guardarle attentamente sembrano raffigurare delle figure ben definite, scolpite nell’argilla dalla mano del più grande artista di tutte le ere geologiche: il vento. Credo sia importante educare le nuove generazioni, fin dalla scuola dell’infanzia ad amare e apprezzare la realtà in cui si vive.

I calanchi di Aliano (Matera, Basilicata) come laboratorio naturalistico per bambini in età scolare

SOFO, Adriano
2013

Abstract

Chi è nato ad Aliano spesso percorre ciecamente le sue strade, quei vicoli stretti e ricchi di silenzio del paese vecchio e spesso, altrettanto ciecamente, osserva i romantici scorci paesaggistici offerti dai calanchi. Di certo ciò accade non per mancanza di sensibilità o di capacità di osservazione, ma forse piuttosto per abitudine. Capita di non accorgersi della magia del posto in cui si vive, finché non ci si sofferma ad osservare intensamente la realtà che ci circonda. Ciò accade probabilmente perché, come ci insegnano gli studi antropologici, bisogna guardare le cose in cui si è immersi con uno “sguardo da lontano” per coglierne la vera essenza. I visitatori, infatti, vedendo Aliano restano affascinati e completamente rapiti dal paesaggio calanchivo, da quelle argille levigate dal vento per millenni e millenni che a guardarle attentamente sembrano raffigurare delle figure ben definite, scolpite nell’argilla dalla mano del più grande artista di tutte le ere geologiche: il vento. Credo sia importante educare le nuove generazioni, fin dalla scuola dell’infanzia ad amare e apprezzare la realtà in cui si vive.
9781291666212
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
14305877_cover.pdf

accesso aperto

Tipologia: Abstract
Licenza: DRM non definito
Dimensione 1.39 MB
Formato Adobe PDF
1.39 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11563/63076
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact