Un dato finora incompreso in uno dei testimoni fondamentali della Ciropedia di Senofonte – il codice di Erlangen, Universitätsbibliothek, Ms. A 1, dell'inizio del sec. X – offre la chiave per la ricostruzione di una tappa importante nella storia del codice: la sua appartenenza, nella prima metà del Quattrocento, all'umanista Guarino Veronese. Ciò è ulteriormente confermato dall'identificazione della scrittura greca di Guarino in diverse note marginali.

Un nuovo libro della biblioteca di Guarino Veronese

BANDINI, Michele
2008

Abstract

Un dato finora incompreso in uno dei testimoni fondamentali della Ciropedia di Senofonte – il codice di Erlangen, Universitätsbibliothek, Ms. A 1, dell'inizio del sec. X – offre la chiave per la ricostruzione di una tappa importante nella storia del codice: la sua appartenenza, nella prima metà del Quattrocento, all'umanista Guarino Veronese. Ciò è ulteriormente confermato dall'identificazione della scrittura greca di Guarino in diverse note marginali.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
RFIC 136 (2008).pdf

non disponibili

Tipologia: Documento in Post-print
Licenza: DRM non definito
Dimensione 1.41 MB
Formato Adobe PDF
1.41 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11563/1637
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact