Nel papiro di Cornelio Gallo scoperto a Qaṣr Ibrîm particolare interesse ha suscitato la frase carmina digna domina, da cui si è creduto di poter dedurre, talora forzando il testo e istituendo rischiosi paralleli con Properzio, la presenza dei concetti di domina iudex, di puella Musa e di “werbende Dichtung” già nel primo elegiaco latino. In realtà né il significato ricostruibile dei vv. 6-9, né i raffronti con i testi properziani e virgiliani da cui si pretende di poter dedurre tutto questo, autorizzano simili ricostruzioni. Certo, nulla esclude che queste idee tipicamente elegiache fossero già nella poesia galliana, ma esse non sono presenti nei versi del papiro.

Carmina domina digna: riflessioni sul ruolo della domina nel papiro di Gallo

GAGLIARDI, PAOLA
2012

Abstract

Nel papiro di Cornelio Gallo scoperto a Qaṣr Ibrîm particolare interesse ha suscitato la frase carmina digna domina, da cui si è creduto di poter dedurre, talora forzando il testo e istituendo rischiosi paralleli con Properzio, la presenza dei concetti di domina iudex, di puella Musa e di “werbende Dichtung” già nel primo elegiaco latino. In realtà né il significato ricostruibile dei vv. 6-9, né i raffronti con i testi properziani e virgiliani da cui si pretende di poter dedurre tutto questo, autorizzano simili ricostruzioni. Certo, nulla esclude che queste idee tipicamente elegiache fossero già nella poesia galliana, ma esse non sono presenti nei versi del papiro.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11563/101722
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact