Questa nota riporta misure di spostamento effettuate negli ultimi 8 anni sulla frana di Costa della Gaveta a Potenza (una frana lenta che si sviluppa in Argille Varicolori) e i risultati di un’analisi teorica che distingue per tali spostamenti la componente plastica e quella viscosa. Il monitoraggio ha previsto numerose tecniche: misure inclinometriche periodiche con sonda manuale, misure in continuo con sonde fisse, misure GPS fisse e periodiche, misure topografiche. Di Maio et al. (2010) hanno ricostruito la geometria e la cinematica della frana, mostrando che gli scorrimenti sono localizzati in una stretta banda di taglio profonda fino un massimo di circa 40 m, con ridotte velocità di deformazione interna. In realtà, dopo numerosi anni di misure, le deformazioni interne di tipo viscoso risultano non più trascurabili. Tali deformazioni sono state interpretate con un modello reologico semplificato, proposto da Van Asch e Van Genuchten (1990), e basato sull’equazione di Bingham. Si riportano inoltre risultati di prove di laboratorio con cui il comportamento reologico del terreno di Costa della Gaveta è stato studiato tramite lunghe prove di taglio diretto a carichi orizzontali controllati. Tali risultati forniscono utili indicazioni sulla soglia di creep e sui parametri da considerare nel modello.

Spostamenti plastici e viscosi di una frana lenta in argille consistenti

VASSALLO, ROBERTO;DI MAIO, Caterina;VALLARIO, MARGHERITA
2013

Abstract

Questa nota riporta misure di spostamento effettuate negli ultimi 8 anni sulla frana di Costa della Gaveta a Potenza (una frana lenta che si sviluppa in Argille Varicolori) e i risultati di un’analisi teorica che distingue per tali spostamenti la componente plastica e quella viscosa. Il monitoraggio ha previsto numerose tecniche: misure inclinometriche periodiche con sonda manuale, misure in continuo con sonde fisse, misure GPS fisse e periodiche, misure topografiche. Di Maio et al. (2010) hanno ricostruito la geometria e la cinematica della frana, mostrando che gli scorrimenti sono localizzati in una stretta banda di taglio profonda fino un massimo di circa 40 m, con ridotte velocità di deformazione interna. In realtà, dopo numerosi anni di misure, le deformazioni interne di tipo viscoso risultano non più trascurabili. Tali deformazioni sono state interpretate con un modello reologico semplificato, proposto da Van Asch e Van Genuchten (1990), e basato sull’equazione di Bingham. Si riportano inoltre risultati di prove di laboratorio con cui il comportamento reologico del terreno di Costa della Gaveta è stato studiato tramite lunghe prove di taglio diretto a carichi orizzontali controllati. Tali risultati forniscono utili indicazioni sulla soglia di creep e sui parametri da considerare nel modello.
9788890642135
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11563/56440
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact