Questo volume è finalizzato fondamentalmente ad analizzare e discutere le funzioni che è chiamato a svolgere il docente tutor nel contesto di un’istituzione scolastica autonoma, a seguito dell’introduzione di questa nuova figura nell’economia complessiva della nuova organizzazione del sistema-scuola stabilita dalla riforma Moratti (attraverso la legge 53/2003 e i conseguenti decreti attuativi), innovazione che ha immediatamente suscitato un vivacissimo dibattito, talora con pungenti acumi polemici, fra i pedagogisti e nel mondo della scuola e della formazione. Le parti redatte da Emilio Lastrucci, in particolare, sono volte a illustrare e discutere il ruolo che dovrebbe assolvere il docente cui vengono assegnate funzioni tutoriali, nonché ad esporre le linee salienti della proposta di modello applicativo che viene sviluppata nelle parti centrali del libro. Lastrucci, inoltre, presenta un preliminare excursus storico-critico, volto ad inquadrare la funzione dell’attività di tutoring nell’ambito dell’orientamento scolastico, da cui le funzioni tutoriali previste dalla riforma hanno tratto sostanzialmente origine. La necessità di predisporre e porre in essere efficaci interventi di tutoring di natura psico-motivazionale e con finalità eminentemente orientative rappresenta infatti una diretta conseguenza dell’esigenza di intrecciare in modo continuo l’attività formativa ad una attività di supporto psicologico tesa a guidare ed accompagnare l’alunno nella definizione ed eventuale ri-definizione dei suoi percorsi formativi e professionali, così come nel suo processo di maturazione e sviluppo della personalità più complessivamente considerato. L’approfondimento di questo aspetto trova ragione nella convinzione degli autori che se non vi è dubbio che la funzione tutoriale rivolta all’alunno - e che in senso più proprio appare definire anche sul piano terminologico la ragione saliente e fondante del ruolo del docente-tutor – affonda le sue radici nel tutoring orientativo, appare altresì abbastanza evidente come questa rappresenti in qualche modo anche il perno attorno al quale ruotano le altre funzioni, che hanno quali interlocutori il team docente e la famiglia. Lastrucci entra infine nel merito di tutte le principali questioni sulle quali si è imperniato il dibattito attorno alla figura del docente tutor, in particolare sull’attribuzione a quest’ultimo di funzioni di counselling e sul così tanto discusso ruolo di “insegnante prevalente”. In tale discussione l’autore sviluppa argomentazioni che affondano le radici in una approfondita riflessione di natura psico-pedagogica e che trovano altresì riscontro nelle esperienze più significative ed avanzate e nella ricerca e sperimentazione sul campo.

Il docente tutor nella scuola autonoma

LASTRUCCI, Emilio;
2005

Abstract

Questo volume è finalizzato fondamentalmente ad analizzare e discutere le funzioni che è chiamato a svolgere il docente tutor nel contesto di un’istituzione scolastica autonoma, a seguito dell’introduzione di questa nuova figura nell’economia complessiva della nuova organizzazione del sistema-scuola stabilita dalla riforma Moratti (attraverso la legge 53/2003 e i conseguenti decreti attuativi), innovazione che ha immediatamente suscitato un vivacissimo dibattito, talora con pungenti acumi polemici, fra i pedagogisti e nel mondo della scuola e della formazione. Le parti redatte da Emilio Lastrucci, in particolare, sono volte a illustrare e discutere il ruolo che dovrebbe assolvere il docente cui vengono assegnate funzioni tutoriali, nonché ad esporre le linee salienti della proposta di modello applicativo che viene sviluppata nelle parti centrali del libro. Lastrucci, inoltre, presenta un preliminare excursus storico-critico, volto ad inquadrare la funzione dell’attività di tutoring nell’ambito dell’orientamento scolastico, da cui le funzioni tutoriali previste dalla riforma hanno tratto sostanzialmente origine. La necessità di predisporre e porre in essere efficaci interventi di tutoring di natura psico-motivazionale e con finalità eminentemente orientative rappresenta infatti una diretta conseguenza dell’esigenza di intrecciare in modo continuo l’attività formativa ad una attività di supporto psicologico tesa a guidare ed accompagnare l’alunno nella definizione ed eventuale ri-definizione dei suoi percorsi formativi e professionali, così come nel suo processo di maturazione e sviluppo della personalità più complessivamente considerato. L’approfondimento di questo aspetto trova ragione nella convinzione degli autori che se non vi è dubbio che la funzione tutoriale rivolta all’alunno - e che in senso più proprio appare definire anche sul piano terminologico la ragione saliente e fondante del ruolo del docente-tutor – affonda le sue radici nel tutoring orientativo, appare altresì abbastanza evidente come questa rappresenti in qualche modo anche il perno attorno al quale ruotano le altre funzioni, che hanno quali interlocutori il team docente e la famiglia. Lastrucci entra infine nel merito di tutte le principali questioni sulle quali si è imperniato il dibattito attorno alla figura del docente tutor, in particolare sull’attribuzione a quest’ultimo di funzioni di counselling e sul così tanto discusso ruolo di “insegnante prevalente”. In tale discussione l’autore sviluppa argomentazioni che affondano le radici in una approfondita riflessione di natura psico-pedagogica e che trovano altresì riscontro nelle esperienze più significative ed avanzate e nella ricerca e sperimentazione sul campo.
9788890152726
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Volume ANSI_Il docente tutor nella scuola autonoma.pdf

non disponibili

Tipologia: Documento in Post-print
Licenza: DRM non definito
Dimensione 7.6 MB
Formato Adobe PDF
7.6 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11563/22007
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact