The anthropological research, which is part of the PhD program started at the end of 2018, at the University of Basilicata, is a critical and visual reflection on the poetics, politics and rhetoric of depopulation (Alliegro, 2019; Clemente , 2010; 2012; 2016; Tiragallo 2008; Teti, 2004; 2017; Pedìo 1995) in some small towns of the Matera hills and mountains (Basilicata, Italy): Accettura, Grassano and Grottole. These areas, formally defined as internal areas (Barca, 2018; Lucatelli, Tantillo, 2018), highlight a use of culturally connoted spatial categories that require a transversal and critical look which implies, in turn, the need to interpret , deconstruct the processes and the breadth of demographic and housing phenomena as social, economic, political and cultural devices that include the ecology of space and culture (Bateson, 1976), coming to configure scenarios that offer us unprecedented, fluid insights , changeable and interstitial.

La ricerca antropologica, che si colloca nell'ambito del percorso di dottorato iniziato alla fine del 2018, presso l’Università degli studi della Basilicata, è una riflessione critica e visuale intorno alle poetiche, politiche e retoriche dello spopolamento (Alliegro, 2019; Clemente, 2010; 2012; 2016; Tiragallo 2008; Teti, 2004; 2017; Pedìo 1995) in alcuni piccoli comuni della collina e montagna materana della Basilicata: Accettura, Grassano e Grottole. Tali aree, definite formalmente come aree interne (Barca, 2018; Lucatelli, Tantillo, 2018), mettono in evidenza un uso di categorie spaziali connotate culturalmente che necessitano di uno sguardo trasversale e critico il quale implica, a sua volta, la necessità di interpretare, decostruire i processi e l’ampiezza dei fenomeni demografici e abitativi in quanto dispositivi sociali, economici, politici e culturali che includono l'ecologia dello spazio e della cultura (Bateson, 1976), venendo a configurare scenari che ci offrono spaccati inediti, fluidi, mutevoli e interstiziali.

DE-COSTRUIRE LO SPOPOLAMENTO Antropologia tra retoriche, rappresentazioni, forme di memoria e immaginario vernacolare in un’area del Materano / Berardi, Marina. - (2022 Jul 19).

DE-COSTRUIRE LO SPOPOLAMENTO Antropologia tra retoriche, rappresentazioni, forme di memoria e immaginario vernacolare in un’area del Materano

BERARDI, MARINA
2022-07-19

Abstract

La ricerca antropologica, che si colloca nell'ambito del percorso di dottorato iniziato alla fine del 2018, presso l’Università degli studi della Basilicata, è una riflessione critica e visuale intorno alle poetiche, politiche e retoriche dello spopolamento (Alliegro, 2019; Clemente, 2010; 2012; 2016; Tiragallo 2008; Teti, 2004; 2017; Pedìo 1995) in alcuni piccoli comuni della collina e montagna materana della Basilicata: Accettura, Grassano e Grottole. Tali aree, definite formalmente come aree interne (Barca, 2018; Lucatelli, Tantillo, 2018), mettono in evidenza un uso di categorie spaziali connotate culturalmente che necessitano di uno sguardo trasversale e critico il quale implica, a sua volta, la necessità di interpretare, decostruire i processi e l’ampiezza dei fenomeni demografici e abitativi in quanto dispositivi sociali, economici, politici e culturali che includono l'ecologia dello spazio e della cultura (Bateson, 1976), venendo a configurare scenari che ci offrono spaccati inediti, fluidi, mutevoli e interstiziali.
The anthropological research, which is part of the PhD program started at the end of 2018, at the University of Basilicata, is a critical and visual reflection on the poetics, politics and rhetoric of depopulation (Alliegro, 2019; Clemente , 2010; 2012; 2016; Tiragallo 2008; Teti, 2004; 2017; Pedìo 1995) in some small towns of the Matera hills and mountains (Basilicata, Italy): Accettura, Grassano and Grottole. These areas, formally defined as internal areas (Barca, 2018; Lucatelli, Tantillo, 2018), highlight a use of culturally connoted spatial categories that require a transversal and critical look which implies, in turn, the need to interpret , deconstruct the processes and the breadth of demographic and housing phenomena as social, economic, political and cultural devices that include the ecology of space and culture (Bateson, 1976), coming to configure scenarios that offer us unprecedented, fluid insights , changeable and interstitial.
anthropology; ethnography; digital studies; visual studies; depopulation; Basilicata
antropologia; etnografia; studi digitali; studi visivi; spopolamento; Basilicata; aree interne; immaginario vernacolare; pratica degli stereotipi
DE-COSTRUIRE LO SPOPOLAMENTO Antropologia tra retoriche, rappresentazioni, forme di memoria e immaginario vernacolare in un’area del Materano / Berardi, Marina. - (2022 Jul 19).
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
TESI_DE-COSTRUIRE LO SPOPOLAMENTO_Marina Berardi.pdf

embargo fino al 19/07/2035

Tipologia: Tesi di dottorato
Licenza: Non definito
Dimensione 17.51 MB
Formato Adobe PDF
17.51 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11563/158568
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact