Questo lavoro propone un caso di applicazione dei principi di concentrazione delle politiche e di investimenti place-based che sono alla base della nuova politica di coesione. Il caso si confronta con il conflitto ricorrente fra ambiente e sviluppo economico e in considerazione della estrazione e lavorazione di idrocarburi nella Val d’Agri, dove le istanze di tutela e valorizzazione, oltre alle risorse ambientali (naturalistiche, agricole, storico artistiche) includono la tutela delle tradizioni e della capacità di tramandare cultura, peculiare delle comunità insediate nelle zone interne dell’Appennino. In quest'ottica sono state selezionate strategie che promuovono le innovazioni necessarie alla componente autocentrata dello sviluppo e si è fatto rifermento ad un diritto alla razionalità delle scelte, fondata su: equità, efficienza e conservazione delle risorse e basata su strumenti di accountability e di condivisione dell'incertezza ai quali collegare il ciclo integrato valutazione/governance. A questo fine, per ciascun obiettivo principale, è stata proposta una Matrice del Quadro Logico degli Obiettivi (LFM) e, attraverso il bando che ne deriva, i proponenti dovranno implementare nell’ambito di uno schema procedurale orientato la costruzione di filiere concluse e integrate.

I conflitti fra lo sviluppo economico e l'ambiente: strumenti di controllo

LAS CASAS, Giuseppe Bartolomeo;SCORZA, Francesco
2017

Abstract

Questo lavoro propone un caso di applicazione dei principi di concentrazione delle politiche e di investimenti place-based che sono alla base della nuova politica di coesione. Il caso si confronta con il conflitto ricorrente fra ambiente e sviluppo economico e in considerazione della estrazione e lavorazione di idrocarburi nella Val d’Agri, dove le istanze di tutela e valorizzazione, oltre alle risorse ambientali (naturalistiche, agricole, storico artistiche) includono la tutela delle tradizioni e della capacità di tramandare cultura, peculiare delle comunità insediate nelle zone interne dell’Appennino. In quest'ottica sono state selezionate strategie che promuovono le innovazioni necessarie alla componente autocentrata dello sviluppo e si è fatto rifermento ad un diritto alla razionalità delle scelte, fondata su: equità, efficienza e conservazione delle risorse e basata su strumenti di accountability e di condivisione dell'incertezza ai quali collegare il ciclo integrato valutazione/governance. A questo fine, per ciascun obiettivo principale, è stata proposta una Matrice del Quadro Logico degli Obiettivi (LFM) e, attraverso il bando che ne deriva, i proponenti dovranno implementare nell’ambito di uno schema procedurale orientato la costruzione di filiere concluse e integrate.
9788899237080
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
SIU Las Scorza.pdf

accesso aperto

Tipologia: Pdf editoriale
Licenza: Dominio pubblico
Dimensione 9.96 MB
Formato Adobe PDF
9.96 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11563/126410
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact